Grazie alle tecnologie a basso costo, i servizi di diffusione televisiva offerti via satellite hanno avuto  un notevole incremento anche nel settore camping. Ma come si sceglie un’antenna?Come funziona?

LE ANTENNE SATELLITARI – parte prima


LE TRASMISSIONI VIA SATELLITE
Grazie alle tecnologie a basso costo i servizi di diffusione televisivi offerti via satellite hanno avuto un deciso incremento.
Queste tecnologie, opportunamente modellate, possono essere applicate con successo anche nel settore camping.


Cos’è un satellite

Il satellite (artificiale) è un veicolo spaziale in grado di compiere percorsi (orbite) definiti attorno alla Terra. I satelliti destinati alla diffusione diretta del segnale televisivo compiono un orbita geostazionaria, cioè rispetto alla Terra mantengono sempre la stessa posizione. Per questo motivo i satelliti per il segnale televisivo, visti dall’Italia, risultano posizionati verso SUD in un arco che va da Est verso Ovest.

Bande di frequenza utilizzate e polarizzazione dei segnali

I satelliti utilizzano frequenza di trasmissione molto alte ( 10/15 volte quelle dei tradizionali segnali televisivi terresti). In questa banda di frequenze, alcune sono state appositamente riservate per l’utlizzo della diffusone diretta televisiva e sono:
– Da 10.700 a 11.700 MHz Banda commerciale o FSS (prevalentemente analogico – es. Astra)
– Da 11.700 a 12.500 MHz Banda DDS o DBS ( tecnologia digitale)
– Da 12.500 a 12.750 MHz Banda utilizzata da satelliti TELECOM

I footprint

Ogni satellite ha il suo footprint ( impronta). Il footprint è la zona di copertura che il satellite è in grado di fornire a parità di EIRP ( Effective Isotropic Radiated Power). Tramite questw carte è possibile determinare sulla base del segnale disponibile, della sua frequenza di emissione e della cifra di rumore del primo amplificatore in ricezione, la dimensione minima dell’antenna.